L’Associazione

L’Associazione Geografica per l’Ambiente e il Territorio (AGAT) è un’organizzazione di volontariato che nasce a Roma, nel 2008, per iniziativa di alcuni studenti e studentesse di geografia dell’Università La Sapienza di Roma, con l’intento di promuovere e diffondere la cultura geografica.

I membri dell’AGAT sono geografi e geografe che lavorano in ambito pubblico, privato ed accademico, e persone interessate alla geografia, alla salvaguardia e alla valorizzazione ambientale e alle dinamiche territoriali.

L’AGAT opera con l’obiettivo di diffondere il sapere geografico attraverso i gruppi di lavoro attivi nei diversi settori della disciplina.
In particolare svolgiamo attività di ricerca finalizzate all’analisi, alla tutela, alla valorizzazione e alla gestione dell’ambiente e del territorio secondo un’ottica sostenibile.
Per quanto riguarda la formazione, organizziamo periodicamente dei corsi GIS (Sistemi Informativi Geografici) e di cartografia digitale rivolti ai soci e realizziamo attività didattiche, in particolar modo nel campo dell’educazione ambientale.
Convinti che la promozione del territorio passi anche attraverso la socialità e l’aggregazione, proponiamo un calendario di escursioni in auto e in bicicletta, trekking e passeggiate a piedi per adulti e bambini amanti dello sport e del benessere a contatto con la natura.
Per sviluppare una cultura comunitaria funzionale ad una gestione integrata e partecipata dei processi di cambiamento che interessano l’ambiente e la società contemporanea prendiamo parte a progetti nell’ambito di programmi comunitari che favoriscono la mobilità, la cooperazione internazionale e la valorizzazione della cittadinanza europea.
Infine l’AGAT organizza eventi di interesse geografico e culturale anche in collaborazione con altre associazioni geografiche ed affini.

L’Associazione Geografica per l’Ambiente e il Territorio è iscritta al Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato della Regione Lazio, nella sezione “Cultura”, e all’Albo delle Associazioni della Provincia di Roma,  nella categoria “Cultura ed educazione permanente; tutela dei beni ambientali; collaborazione con i Paesi in via di sviluppo” (Codice identificativo: 620)