28 maggio 2013 – REFUGEE scART

Nell’ambito del progetto Eco-Creativity, l’AGAT è entrata ha incontrato l’associazione REFUGEE scART con lo scopo di condividere conoscenze relative alle pratiche di riciclo sostenibile. È stata scelta questa associazione in quanto l’attenzione verso la sostenibilità ambientale è legata ad un importante causa umanitaria.
Martedì 28 maggio alcuni soci sono stati accolti da una delle responsabili, Helga Baker, che ha raccontato come è nato il progetto REFUGEE scART e mostrato i locali del laboratorio, spazi messi a disposizione dal Comune di Roma, in zona Eur. Si tratta di un progetto umanitario della SPIRAL Foundation Onlus, nato nell’estate del 2011, che ha due obiettivi principali. In primo luogo promuovere la coesione sociale, ovvero favorire l’integrazione socio-economica dei rifugiati, per lo più di origine africana. Il secondo obiettivo, che si collega fortemente al progetto Eco-Creativity, è promuovere la tutela dell’ambiente attraverso la trasformazione dei materiali di scarto in nuovi oggetti. In questo modo, i protagonisti di REFUGEE scART, attraverso il riutilizzo di materiali come bottiglie, camere d’aria e buste di plastica – circa 250 chili di plastica al mese – producono bicchieri, grembiuli, vasi, lampade e molto altro ancora.

refugeescart (5)

refugeescart (4) refugeescart (3) refugeescart (1)

Annunci

Informazioni su agatweb

Associazione Geografica per l'Ambiente ed il Territorio
Questa voce è stata pubblicata in Eventi. Contrassegna il permalink.