FINE – Facilitator In Non-formal Education

Il progetto
L’educazione non formale è un settore in forte crescita e dalle ampie prospettive; scopo del seminario è la formazione di facilitatori che siano in grado di condurre il processo di formazione comune nei gruppi di persone coinvolti. Il seminario si terrà in inglese e in un ambiente giovane, leggero ed internazionale. Le partecipazioni di associazioni partner da tutta Europa renderanno questo evento ancor più interessante e coinvolgente per la sfida di confrontare culture e background differenti tra loro, anche se all’interno della stessa cornice continentale.
Egea è una associazione europea di studenti di geografia fondata nel 1987 e con gruppi locali attivi in 35 paesi europei. Organizza ogni anno, oltre ai congressi locali e continentali, iniziative ed incontri internazionali per giovani geografi e studenti di geografia, occasione di interscambio e di incontro con culture diverse e con concezioni diverse della disciplina geografica.
AGAT è partner dell’evento per l’Italia per la quale potranno partecipare due rappresentanti all’evento. Grazie al grant europeo, saranno completamente rimborsate le spese di soggiorno e rimborsate al 70% le spese di viaggio certificate. Per la partecipazione è necessario essere soci di AGAT ed essere registrati ad una delle due entities italiane di Egea, presente nel nostro paese a Roma e Bologna.

Il contesto
La seconda edizione del seminario internazionale di formazione di facilitatori in contesti non formali di educazione è organizzato da Egea e finanziato dalla European Youth Foundation dell’Unione Europea.

Partner
AGAT – Associazione Geografica per l’Ambiente e il Territorio – Italia
EGEA – European GEography Association for students and young geographers

Eventi
8-14 ottobre 2012 – Primo seminario – Monaco
Gennaio – Secondo seminario – Roma

Responsabile – Andrea Porru
Componenti del gruppo di lavoro – Erika Albano

Annunci

Informazioni su agatweb

Associazione Geografica per l'Ambiente ed il Territorio
Questa voce è stata pubblicata in Progetti internazionali. Contrassegna il permalink.